A cosa serve un driver LED?

Per ricapitolare, driver LED per convertire una tensione più alta, corrente rotante in bassa tensione, corrente continua. Mantengono anche la tensione e il movimento esistente con un circuito LED al suo livello nominale.

Sono spesso utilizzati in piccoli dispositivi portatili a energia solare. Di solito sono la fonte motrice per l’alimentazione utilizzata dalle torce elettriche a batteria e così via. Sono spesso utilizzati nei driver LED ad alta potenza per luci di guida a LED più grandi.

Una tipica tensione e corrente di uscita

L’emissione luminosa per unità di potenza è generalmente superiore a 100 lumen per watt. Ad esempio, un driver LED può funzionare a 45 V, 2 A, 250 mA o 12 V, 16 A, 48 A.

L’efficienza misurata di solito è del 95%, ma alcuni sono molto più efficienti. Molte variabili influiscono sull’efficienza effettiva, tuttavia la variabile di potenza è tipicamente ~ 3%. Pertanto, un driver LED è generalmente destinato a sostituire un LED ad alta potenza.

Un driver tipico funziona a 30 V, 4 A, 200 mA o 60 V, 8 A, 100 mA.

Efficienza

L’efficienza misurata è dell’85%, ma alcuni sono molto più efficienti. Molte variabili influiscono sull’efficienza reale, ma il fattore di potenza è tipicamente ~10%. Pertanto, un driver LED è generalmente destinato a sostituire un LED ad alta potenza.

Alcuni driver di cui sopra sono classificati per il funzionamento con una batteria o una cella solare. Per alcuni, come i driver da 16A e 48A, la batteria o la cella solare possono funzionare con una tensione variabile. Questi driver avranno un connettore che dirige l’elettricità dal caricabatterie al driver LED o all’alimentatore del driver LED quando non sono presenti batterie o celle solari.

Alcuni driver di cui sopra non sono progettati per essere portatili. Possono essere alimentati solo da una presa a muro o da un alimentatore di rete separato. La maggior parte dei driver è alimentata direttamente dal caricabatterie, dalla guida da 12 V o da entrambi, a seconda dei driver.

Applicazioni

Di solito vengono utilizzati in applicazioni in cui è necessario applicare una corrente elevata a molti LED, ad esempio nelle luci di sicurezza per esterni, che richiedono che i LED funzionino per diverse ore con una corrente elevata sostenuta. Tuttavia, vengono utilizzati anche in altre applicazioni.

La corrente che scorre attraverso un driver LED a bassa potenza è solitamente dell’ordine di diversi ampere. Normalmente sono progettati per fornire 20A all’ora, ma possono fornire di più. Il flusso di corrente totale massimo è superiore a 100 A per un massimo di 50 W di LED pilota.

L’efficienza è solitamente molto alta, essendo nell’intervallo dell’80%. Se si usa un driver come riferimento, si può calcolare che la corrente totale che scorre è quasi 100A. Può sembrare che un pilota richieda molti piloti nel circuito. Non è un’opzione pratica utilizzare un driver per fornire l’intero percorso con la corrente. Ciò limita le correnti nominali massime di tutti i driver LED.

Un’innovazione significativa per il mondo della luce a LED è il driver LED ad alta potenza, con un’uscita di 60 A per LED e valutato per il funzionamento con carichi da 15 A o 25 A, senza bisogno di alimentatori separati. I driver ad alta potenza sono ideali per applicazioni di grandi dimensioni quando viene utilizzato un driver con alimentazione variabile. Questi driver possono essere alimentati da una cella solare, da un binario da 12 V o da un alimentatore da 20 A. Sono disponibili con molte configurazioni di driver. Questi sono normalmente pilotati con un massimo di 50W di LED di pilotaggio.

Specifiche del driver

La seguente specifica dovrebbe essere considerata come la specifica essenziale di un driver. Queste sono un’ottima guida a cui credere, ma possono essere cambiate se necessario. Questi includono la potenza massima del conducente, valutata per il funzionamento dei LED, i tempi di guida consigliati e le correnti di guida. Un driver con una potenza nominale più elevata significa un’uscita LED maggiore in un determinato intervallo di corrente di pilotaggio. Un driver da 50 W può fornire circa 600 W di corrente o circa 50 W per LED. Quindi un driver con una potenza nominale di 50 W può essere utilizzato per fornire fino a 20 LED di luce.

* Massima potenza – dovrebbe essere sufficiente per l’applicazione, con un minimo di 1,2 amp per LED o 6,5 W per LED al minuto, operando a temperature comprese tra 50C e 95C.

* Livello di potenza – La potenza nominale massima, basata sulla potenza nominale massima, è generalmente richiesta per sicurezza e confronto.

* Tempo di guida stimato – Il tempo di guida nominale, all’intervallo di temperatura nominale e alla corrente di guida (15A max su binari 2A)

* Numero di LED – può modificare il numero di LED senza che il driver sia inadatto a pochi LED. Il numero di LED dovrebbe essere ridotto nelle applicazioni in cui una parte significativa della corrente viene utilizzata per pilotare un dissipatore di calore a 20 W o meno o per pilotare array di LED a bassa potenza come un singolo LED rosso.

* archi guida – può cambiare le cinghie di trasmissione e il driver valutato per fornire fino a 60W di corrente può essere utilizzato per alimentare 4 LED con 60 o 6 LED rossi.

È possibile acquistare le classificazioni dei driver e dei LED online dal produttore. Sulla base della nostra esperienza, tecnici ed esperti del settore, come lighting designer o altri specialisti di prodotto.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Ena Leung

Ena Leung

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

15 + four =

On Key

Related Posts

The Newest & Hottest Products In 2022

All your answers are in SANPU’s monthly report, 2022

We picked up the most popular items from 1,000+ items of our clients, to help you find the wining product.

Ask For A Quick Quote

We will contact you within 1 working day, please pay attention to the email with the suffix “@smpspower.com”.